Colazione biologica tirolese - Fare una colazione sana non è mai stato così facile

Cosa sono i minerali e gli oligoelementi?

febbraio 23, 2021
  • Sport
Cosa sono i minerali e gli oligoelementi?

Ferro e fluoro, sodio e potassio, rame e manganese e cromo – tutto è già stato sentito prima, ma non ho idea di cosa ci sia esattamente dietro queste sostanze nutritive. Perché sono importanti e cosa può fare l’avena in questo settore? Trova le risposte qui!


Oltre ai nutrienti di base come proteine, grassi e carboidrati, che sono in cima a ogni dichiarazione nutrizionale, gli esseri umani assorbono anche vitamine e minerali con il loro cibo.

Il fatto che i minerali siano necessari per l’organismo è ben noto, ma si parla sempre dei cosiddetti oligoelementi – ma che cosa sono gli oligoelementi e in che misura differiscono dai minerali? Per definizione, gli oligoelementi non sono affatto diversi dai minerali, ma ne fanno parte.

A seconda del fabbisogno quantitativo, i minerali sono suddivisi in due gruppi di quantità e oligoelementi. In volgare, tuttavia, i “minerali” sono sempre indicati come elementi quantitativi e aprono il proprio gruppo per gli oligoelementi.

Quali sono esattamente i minerali e gli elementi quantitativi?

I minerali sono essenziali per molte funzioni dell’organismo, come la regolazione dell’equilibrio idrico, la trasmissione di irritazioni nel sistema nervoso e il metabolismo energetico. Tuttavia, gli esseri umani hanno anche bisogno di minerali per le parti del corpo in cui le carenze si notano più rapidamente, come pelle e capelli, nonché ossa e denti.

I minerali sono quindi nutrienti vitali per il corpo umano. Tuttavia, si tratta di nutrienti inorganici, quindi l’organismo umano non può produrli da solo, ma dipende dalla loro fornitura di cibo.

Circa il 95% del corpo umano è costituito da ossigeno, carbonio, idrogeno e azoto. Del restante 5%, più dello 0,01% è formato dai sei elementi quantitativi: calcio, cloruro, potassio, magnesio, sodio e fosforo.

I minerali sono indicati come elementi quantitativi se la loro proporzione nell’organismo è superiore a 50 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo. Allo stesso tempo, gli esseri umani devono consumare diversi grammi di elementi quantitativi al giorno. Elementi quantitativi di valore come magnesio, fosforo, rame e molti altri possono essere trovati, ad esempio, nella farina d’avena di VERIVAL.

Elementi quantitativi pregiati in avena verival

Cosa sono esattamente gli oligoelementi?

A differenza degli elementi quantitativi, gli oligoelementi costituiscono meno dello 0,01% del peso corporeo. Pertanto, è necessaria solo un’assunzione giornaliera in piccole quantità inferiore a 100 milligrammi. Tuttavia, gli oligoelementi non sono trascurabili perché contribuiscono in modo significativo alle reazioni ormonali ed enzimatiche. Gli oligoelementi sono presenti in molte proteine.

Quali minerali esistono, a cosa servono e a quale quantità dovrebbero essere consumati?

Elementi quantitativi

Elemento Quantitàimpatto;Milligrammi (mg)
calcioOssa e denti800-1000 mg/die
PotassioEquilibrio idrico e accumulo di proteine2.000 mg/die
MagnesioStruttura ossea300-350 mg/die
SodioEquilibrio idrico e muscoli/ al giorno
cloruroidroeconomia750 mg/die
fosforoOssa e denti1200 mg/die
Dose giornaliera raccomandata per elementi di misura (milligrammi = mg ; microgrammi = mcg)

microelementi

oligoelementoimpatto;Milligrami (mg)/microgrammi (mcg)
BoroOssa3 mg/die
CromoAccumulo di acidi grassi e metabolismo dei carboidrati50-200 mcg/die
Ferroemopoiesi10-15 mg/die
FluoroOssa e denti1-4 mg/die
JODTiroide180-200 mcg/die
RameFormazione di globuli rossi1,5-3 mg/die
ManganeseProduzione di energia e costruzione ossea2-5 mg/die
MolibdenoMetabolismo50-100 mcg/die
SelenioRafforzamento del sistema immunitario50-70 mcg/die
VanadioMetabolismo1-2 mg/die
ZincoCrescita e guarigione delle ferite12-15 mg/die
Dose giornaliera raccomandata per gli elementi di quantità (milligrammi = mg ; microgrammi = mcg) – Fonte: Deutsche Gesellschaft für Ernährung

Come può mancare la quantità e gli oligoelementi?

Naturalmente, la mancanza di minerali viene sempre dalla dieta. Ma ci sono alcuni fattori esterni che influenzano il cibo e portano a valori nutrizionali diversi per lo stesso alimento: le condizioni di coltivazione in agricoltura stanno cambiando costantemente e in nessun modo per il bene in termini di qualità del cibo.

Molte piante ora hanno un contenuto inferiore di minerali, come zinco e selenio. Inoltre, le sostanze nutritive delle piante dipendono naturalmente dal suolo in cui crescono – quindi potrebbe esserci una carenza naturale regionale di oligoelementi; nelle valli alpine e nelle colline alpine, ad esempio, c’è carenza di ferro e iodio nel suolo.

Sudorazione particolarmente grave o diarrea possono anche danneggiare l’equilibrio elettrolitico e portare a una mancanza di minerali. Se si tratta solo di un trattamento di carenza temporanea, l’organismo può compensare questo eliminando meno minerali e assorbendo anche di più dall’intestino. Tuttavia, una carenza prolungata può portare ad un indebolimento del sistema immunitario e delle malattie.

Al fine di evitare prodotti di bassa qualità e produrre solo prodotti di alta qualità, attribuiamo grande importanza all’agricoltura biologica e alla produzione sostenibile nella nostra produzione VERIVAL.
L’agricoltura biologica sta già dando un importante contributo in tal senso, ad esempio rinunciando ai pesticidi chimici e ai fertilizzanti artificiali.

Ecco perché siamo molto orgogliosi di poter contare sui numerosi vantaggi dell’agricoltura biologica nei nostri prodotti VERIVAL per la colazione e di prestare attenzione alla gestione più attenta del nostro prezioso habitat. Affinché il tuo corpo sia sempre rifornito di minerali e oligoelementi sufficienti, abbiamo qui una ricetta VERIVAL per te. Con l’avena da un giorno all’altro con semi di chia, non avrete certamente alcuna possibilità di carenza di minerali o di oligoelementi!

Stampa ricetta
5 da 128 voti

Ricetta: Overnight Oat con semi di chia

Ricetta per la base dell’Overnight Oat con l’aggiunta di superfood: i semi di chia
Preparazione5 min
Tempo totale2 h
Porzioni: 1 Porzione
Calorie: 250kcal

Ingredienti

  • 4 EL Fiocchi d’avena (circa 45 g)
  • 80 ml Acqua, latte o una sua alternativa vegetale
  • 1 EL Yogurt
  • 1 EL Semi di chia
  • Miele, sciroppo d’agave o sciroppo d’acero per dolcificare 
  • Frutta, noci e semi a a proprio piacimento (per il topping)

Istruzioni

  • Unire acqua, latte o una bevanda vegetale ai fiocchi d’avena e ai semi di chia in una ciotola e mescolare bene. 
  • Il nostro consiglio: aggiungere un cucchiaio di yogurt. 
  • Consigliamo di aggiungere miele, sciroppo d’agave o sciroppo d’acero per dolcificare. 
  • Riporre il composto in frigorifero e lasciarlo riposare tutta notte, o per almeno 2 ore. 
  • Quindi rimescolare bene il composto, decorare con frutta, noci o semi a piacimento e non ti resta che gustarlo.

Nutrizione

Calorie: 250kcal

Quanti minerali sono contenuti nell’avena?

L’avena fornisce molti minerali e oligoelementi vitali e quindi è consigliata solo come alimento salutare. Se si mangia una ciotola di porridge al mattino, l’avena in essa contenuta copre già un quarto del fabbisogno giornaliero di vitamine e minerali. Sviluppato dagli scozzesi diversi millenni fa – riscoperto e reinterpretato da noi di VERIVAL!

100 grammi di farina d’avena inclusa

100 grammi di micronutrienti per farina d'avena

Colazione sana con porridge di VERIVAL

Se sei un amico delle colazioni calde, puoi usare carne e pesce in buona coscienza (con moderazione!), poiché questi alimenti contengono anche oligoelementi essenziali come magnesio, potassio, ferro e selenio. Ma dopo aver scoperto che l’avena contiene molti minerali, vogliamo mostrare perché il porridge è così sano per la colazione:

Per la digestione della colazione calda, come il porridge, il corpo ha bisogno di utilizzare meno energia. Questo allevia il vostro organismo, rafforza il sistema immunitario e aumenta il metabolismo. Inoltre, i nutrienti della colazione calda possono essere assorbiti meglio.

Puoi rendere il tuo porridge vario e personalizzato con frutta come mele, banane o bacche, con noci come nocciole, anacardi o semi come semi di chia.
Il pasto caldo all’avena non è quindi solo una tendenza alimentare, ma c’è molto di più – per gli amanti del brunch, gatti dolci, fan ad alto contenuto proteico, vegani e così via!