Colazione biologica tirolese - Fare una colazione sana non è mai stato così facile

Frozen vs. frutta fresca – cosa c’è di meglio?

agosto 3, 2020
  • Sport
Frozen vs. frutta fresca – cosa c’è di meglio?

Durante il duello tra frutta fresca e surgelata, gli spiriti si separano. Mentre alcuni credono che molti nutrienti vengano persi a causa del congelamento dei frutti, altri credono che le vitamine siano conservate piuttosto che ridotte.

È chiaro che entrambe le parti hanno buone argomentazioni e in qualche modo hanno ragione.

Per ottenere un po ‘più di chiarezza, è possibile imparare qui che ruolo gioca il momento del raccolto e che influenza la rispettiva varietà di frutta ha sul contenuto di vitamine. 

Più nutrienti attraverso il giusto raccolto

La frutta surgelata viene raccolta quando raggiunge il picco di maturazione e viene poi congelata entro poche ore. In questo momento, il contenuto di vitamine del frutto è più alto. 

La frutta fresca, invece, viene solitamente raccolta prima della maturazione. Matura ulteriormente durante il trasporto al supermercato e a casa nostra. La frutta fresca ha quindi meno tempo per sviluppare il suo pieno contenuto nutrizionale. 

banane fresche immature
La frutta fresca viene raccolta prima della maturazione e quindi non può sviluppare il suo pieno contenuto nutrizionale.

Infatti, la frutta congelata contiene più nutrienti rispetto alla frutta fresca al momento del raccolto. Tuttavia, poiché raramente mangiamo i frutti direttamente dopo la raccolta, ci chiediamo giustamente come cambia il contenuto di vitamine lungo il percorso dall’albero o dall’arbusto al supermercato e ai nostri piatti. 

Frutta fresca o surgelata: cosa contiene più vitamine? 

Se partiamo solo dal momento del raccolto, la frutta surgelata contiene più vitamine della frutta fresca. Tuttavia, alcuni hanno considerato che le vitamine si perdono a causa del processo di congelamento e credono che la frutta fresca sia più ricca di vitamine. Quale delle due soluzioni?

La risposta è: dipende. Infatti, questo dipende sia dal tipo di frutta che dal nutriente.

Gli agrumi come arance, mandarini o pompelmi sono considerati particolarmente sensibili al freddo. Lo stesso vale per i frutti esotici come banane, ananas, manghi o papaie. 

Più questi frutti vengono conservati freddi, più il loro contenuto di vitamine diminuisce. La vitamina C sensibile è particolarmente colpita. Anche se conservato in frigorifero, vengono persi molti nutrienti preziosi. Questa perdita di vitamina durante il congelamento è ancora più forte. 

È meglio conservare i frutti del Sud in una cantina buia e fresca per evitare la perdita di vitamine. 

Regime agrumi
Gli agrumi sono considerati particolarmente sensibili al freddo e perdono il loro alto contenuto di vitamine a causa del congelamento.

Tuttavia, altri nutrienti come il ferro o la fibra sono considerati particolarmente resistenti al freddo

Perdita di nutrienti a causa di una lunga conservazione

In generale, non è davvero possibile stabilire un vincitore nella gara per il più alto contenuto di nutrienti. Le differenze sono di solito così minime che non ha alcun effetto sulla salute

Tuttavia, ciò che dovresti notare: più a lungo conservi la frutta prima di mangiare, meno vitamine contiene. Questa perdita di nutrienti può essere osservata sia nella frutta fresca che in quella congelata. 

Non importa quale variante si sceglie, si dovrebbe mangiare la frutta il più presto possibile dopo lo shopping. 

Vantaggi della frutta congelata 

Coloro che non possono consumare frutta fresca subito dopo l’acquisto e quindi rischiano di perdere vitamine sono ben consigliati con la frutta congelata. 

Un altro vantaggio è che i cibi congelati possono durare più a lungo e si può prevenire lo spreco di cibo. 

Inoltre, congelando, è possibile ibernare frutta estiva come ciliegie, albicocche o frutti di bosco e gustarli anche nella stagione fredda.

È importante garantire che la catena del freddo non venga interrotta, altrimenti la qualità ne risente. È meglio trasportare sempre il cibo congelato a casa dal supermercato in un sacchetto refrigerato. 

I benefici della frutta surgelata sono sicuramente anche le deliziose ricette che si possono evocare con essa. Un highlight assoluto in estate è, ad esempio, il Nicecream, un’alternativa salutare a base di frutta al gelato. 

Kokos-Nicecream mit Beeren Rezept
Stampa ricetta
5 da 3 voti

Crema vegana al cocco con frutti di bosco

Preparazione10 min
Tempo totale10 min
Porzioni: 2

Attrezzatura

  • Mixer (idealerweise ein Hochleistungsmixer)

Ingredienti

  • 3 2 banane surgelate
  • 100 g bacche congelate
  • 100 ml Latte vegetale
  • 2 EL Sciroppo d’acero
  • 3 EL Latte di cocco o di cocco
  • 2 EL Purea di mandorle
  • 2 EL Cocco grattuggiato
  • 1 EL Bacche di Goji
  • 1 kiwi

Istruzioni

  • Questa ricetta richiede banane surgelate. Il modo migliore per farlo è congelare 3 banane il giorno prima. È meglio usare banane marroni per rendere la crema più dolce.
  • Il giorno dopo, togliete le banane congelate dal congelatore e mettetele nel frullatore con la bevanda vegetale. Mescolare prima le banane nel frullatore. Se non hai un frullatore ad alte prestazioni, puoi anche scongelare le banane facilmente in anticipo.
  • Quindi, aggiungere le bacche congelate, lo sciroppo d’acero, la salsa di cocco e mandorle al frullatore e mescolare fino a ottenere una crema.
  • Riempire il Nicecream in una ciotola e aggiungere diversi condimenti. Abbiamo preso scaglie di cocco, bacche di goji e un kiwi.
Nicecream frozen fruit
I frutti surgelati vengono trasformati in nicecream, l’alternativa salutare al gelato.

Vantaggi della frutta fresca 

Quando si acquistano frutta surgelata, assicurarsi di controllare la confezione e leggere l’elenco degli ingredienti, in quanto lo zucchero viene spesso aggiunto alla frutta presumibilmente sana. Con la variante fresca, questo non può accadere, a condizione che si acquista nella sua forma naturale. 

Calendario Frutta di Stagione
Calendario stagionale della frutta fresca

Coloro che sono un po’ preoccupati per la sostenibilità optano anche per la frutta fresca e di stagione della regione, perché questo protegge l’ambiente. Non solo i percorsi di trasporto sono più brevi, di solito si risparmia anche sul materiale di imballaggio. 

Inoltre, la natura ci dà il cibo giusto al momento giusto. Ad esempio, le mele raccolte in autunno forniscono le vitamine necessarie per la stagione fredda. In primavera insalate e verdure verdi ci aiutano a disintossicarci e in estate frutti di bosco o angurie ci forniscono ulteriore liquido che possiamo utilizzare bene a causa del caldo. 

Mele frutta fresca
Le mele sono un classico frutto autunnale e ci forniscono le vitamine necessarie per la stagione fredda.

Frutta fresca è anche molto popolare a colazione. Le bacche fresche, ad esempio, sono tra i migliori condimenti per il porridge e le mele fresche sono una parte importante della ricetta originale Bircher Müsli.