L’estate croccante: Scegli 1 Crunchy gratuito con una spesa minima di 30 €.

La corretta conservazione degli alimenti

giugno 3, 2020
  • Dieta
La corretta conservazione degli alimenti

Quello della corretta conservazione degli alimenti, in particolare quelli che consumiamo quotidianamente, è un tema che ci riguarda da vicino e che influisce sulla scadenza dei prodotti stessi. Se il cibo è ben conservato, potremo gustarlo più a lungo. È il caso ad esempio di alcuni prodotti del territorio, reperibili in base alla stagione. Pertanto, è bene conoscere le esigenze specifiche di ogni alimento a livello di conservazione.

Come possiamo essere certi di conservare al meglio gli alimenti che abbiamo in casa? Quali regole valgono per fiocchi e muesli? Come comportarsi con frutta e verdura per le nostre colazioni sane? E perché il cibo si deteriora? Il presente articolo risponde a tutte queste domande.

Perché i cibi sono soggetti ad alterazione?

Il deterioramento del cibo ha diverse cause. Solitamente è legato a ragioni di natura fisica, biochimica, chimica e microbiologica. In molti casi il motivo è da ricercare nei parassiti, che dovremmo contrastare a prescindere. In altre circostanze si può fare ben poco… se non rallentare il processo di alterazione.

Il deterioramento microbico è causato da batteri, lieviti e muffe che infestano il cibo. I microorganismi patogeni creano sostanze potenzialmente nocive per le persone. Tutto ciò, anche senza che gli alimenti risultino alterati alla vista.

La velocità con cui un alimento si deteriora dipende dalla temperatura, dall’azione dell’acqua, dal PH e dal contenuto acido del cibo. A incidere più di tutti è la temperatura di conservazione.

Come conservare al meglio i cibi?

In generale vale la seguente regola: ogni alimento deve essere riposto in un luogo particolare. Ci sono alimenti che necessitano di un trattamento ad hoc, altri invece sono più resistenti.

Aglio e cipolla

Per esempio, aglio e cipolla non hanno troppe pretese: si accontentano di un ambiente fresco. Un vaso di argilla è perfetto, in quanto l’argilla permette al suo contenuto di respirare.

Verdure

Il discorso è un po’ diverso nel caso di verdure come cetrioli, pomodori, peperoni, melanzane e zucchine. I pomodori non andrebbero tenuti in frigorifero, poiché le basse temperature fanno loro perdere l’aroma. 15 gradi sono l’ideale. Per quanto riguarda le altre verdure acquose, ti suggeriamo di non conservarle in frigorifero, potrebbe anzi accelerarne il deterioramento.

Con gli avocado occorre prestare maggiore attenzione: quando li acquistiamo, spesso non sono pronti per essere mangiati. Pertanto, vanno lasciati maturare, preferibilmente in una ciotola. A maturazione avvenuta, se se ne mangia solo una metà, si può riporre nel frigorifero quella restante. Ti consigliamo di mettere un po’ di succo di limone sulla superficie tagliata e di non rimuovere il nocciolo. Così facendo, l’avocado resisterà ancora per qualche giorno. In generale, i cibi tagliati possono essere avvolti in un foglio di cera d’api.

Cosa va in frigorifero?

Uova, burro, latte, bevande vegetali aperte o fatte in casa, formaggio, bevande e marmellate aperte.

La corretta conservazione del pane

Il pane sarebbe assolutamente da tenere a temperatura ambiente. In frigo dura di più, ma il gusto ne risente con il rischio di sembrare pane raffermo. Ti sconsigliamo di utilizzare cassette di legno, perché non fanno altro che seccarlo ulteriormente.

Kohlenhydrate Tagesbedarf

Olio

L’olio d’oliva come probabilmente saprai va tenuto in una credenza al buio, così resiste più a lungo e non forma grumi.

Frutta

La frutta è ottima quando consumata fresca. Sarebbe dunque bene acquistarla nelle giuste quantità senza eccedere. Questo non fa solo bene al portafoglio, ma anche all’ambiente. Se si ha in casa frutta fresca, la si può conservare idealmente in una ciotola. Banane, mandarini, mele e tante altre tipologie non andrebbero tenute in frigorifero. Chi desidera fare durare la frutta a lungo, può metterla nel congelatore. Ci concentriamo su questo punto nei paragrafi successivi.

Muesli e fiocchi

Nel caso di muesli e fiocchi, è bene toglierli dalla loro busta originale e versarli in un contenitore ermetico. Questo vale anche per frutta secca e frutta essiccata. Se vuoi fare le cose fatte bene, scrivi la data di scadenza direttamente sul contenitore: l’avrai sempre sotto controllo ed eviterai di sprecare cibo.

Perché i cibi nel congelatore non vanno a male?

Non è proprio così. Da un lato è vero che la conservazione nel congelatore allunga in maniera importante la durata di un alimento. Questo perché le basse temperature fanno sì che l’azione dell’acqua sia quasi nulla e la moltiplicazione di microorganismi ridotta al minimo. Questo processo consente di far durare i cibi per mesi. Il bello del congelatore è che non incide per nulla sulla qualità del cibo. Tuttavia, prima di congelare frutta e verdura sarebbe meglio pulirla, lavarla ed eventualmente pelarla.

L’importante ai fini della conservazione nel congelatore è non fare porzioni troppo grandi. Inoltre, consigliamo di mettere i cibi sottovuoto. Ecco alcune regole generali:

  • Frutta e verdura: 11-15 mesi
  • Manzo e pollame: 9-12 mesi
  • Pesce e carne grassa: 6-9 mesi

Per noi è importante poter godere tutto l’anno della frutta del territorio, ecco perché d’estate congeliamo ottimi frutti rossi per poi gustarceli nei mesi successivi come topping per i nostri muesli e porridge. Ecco una ricetta:

Haferbrei Beerenspiegel Verival
Stampa ricetta
0 da 0 voti

Porridge ricoperto da uno strato di frutti rossi

Preparazione5 min
Cottura3 min
Tempo totale8 min
Porzioni: 1
Calorie: 377kcal

Attrezzatura

  • miscelatore

Ingredienti

Istruzioni

  • Per prima cosa mettere in un pentolino i fiocchi d’avena, il pizzico di sale e il latte o una bevanda vegetale e fare cuocere per qualche minuto mescolando.
  • Togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere il cucchiaino di sciroppo d’agave.
  • Lasciare riposare il porridge per 2-3 minuti. 
  • Lavare per bene i frutti rossi, metterli in una ciotola e tritarli con un frullatore a immersione. In alternativa, tritarli con il classico robot da cucina.
  • Mettere il porridge in una ciotola, aggiungere metà dei frutti rossi e mescolare per bene. Infine, aggiungere l’altra metà e distribuirla in modo uniforme sopra il porridge.

Nutrizione

Calorie: 377kcal

Fiocchi d'Avena

Questi fiocchi di cereali ricavati dai chicchi dell’avena fungono da base...

Scopri ora
  • #conservazione
  • #Porridge
  • #ricetta

Prodotti di questo articolo

Verival Haferflocken
Fiocchi d'Avena
Contenuto 500 grammi (3,70 € * / 1000 grammi)
Da 1,85 € *
Tris di contenitori per la colazione
Tris di contenitori per la colazione
Contenuto 3 pezzo (6,63 € * / 1 pezzo)
Da 19,90 € *