Chi al giorno d’oggi ordina del porridge in un locale alla moda specializzato in colazioni non riflette quasi mai sul fatto che si tratta di uno degli alimenti più antichi che esistano. Questa pappa d’avena calda è ora in voga come non mai ed è estremamente apprezzata per la sua digeribilità, il suo contenuto energetico e l’effetto che ha sui livelli di zucchero nel sangue. Milioni di ricerche Google hanno riguardato la stringa “porridge ricette”, il che apre la strada a infinite varianti di porridge e spunti di preparazione.

Porridge: un alimento antico come l’umanità

La parola “porridge” deriva da un lato da “pottage”, calco dal francese “potage” (zuppa), dall’altro da “pot”, cioè “pentolino”. Venne utilizzata per la prima volta a partire dal XVII secolo, mentre sua preparazione – tritare o macinare i cereali (ad es. avena, frumento o mais) e cuocerli in una pentola con acqua o latte – risale a un tempo molto antico.

L’uomo nella sua storia ha sempre mangiato piatti simili al porridge. Gli studiosi suppongono che la cottura di piante simili ai cereali avvenne per la prima volta circa 12 000 anni fa, con il passaggio dal nomadismo al sedentarismo, dall’epoca dei cacciatori e raccoglitori a quella degli agricoltori. La lavorazione dei cereali si limitava non solo alla produzione di una minestra, ma anche alla possibilità trasformare quest’ultima in una forma di pane, cuocendola su pietre bollenti o mettendola sul fuoco, così da aumentarne la durata di conservazione e rendere il prodotto maneggevole. Il passaggio al pane può essere comprovato per tutti i continenti circa nello stesso periodo. La preparazione di porridge di riso in Cina risale a 4500 anni fa, mentre oltre 3000 anni si registra porridge con quinoa in altre parti dell’Asia. Anche nell’area mediterranea, in Africa e America latina ritroviamo questa ricetta.

“Cibo dei poveri” e mescolare in senso orario

Torniamo al porridge contemporaneo, che oggi viene paragonato soprattutto alla pappa d’avena scozzese. Per ragioni climatiche l’avena e l’orzo erano le specie di cereali predominanti in Scozia e rivestivano un ruolo importante a livello alimentare. Più precisamente, il porridge scozzese consiste nel cuocere a fuoco lento fiocchi d’avena in acqua o latte, mescolando continuamente, e aggiungere un poco di burro e un pizzico di sale finale. Il porridge tradizionale scozzese oggi viene consumato come pietanza calda, cremosa, spesso dolcificata con zucchero o miele.  Non è sempre stato così, infatti nel XVIII secolo il porridge era considerato “cibo dei poveri”. Soprattutto nelle zone rurali l’avena era uno degli alimenti di base e il porridge da essa ottenuto non veniva mangiato soltanto caldo, ma veniva conservato anche freddo (vedi i tipici negozi di porridge in legno). Il porridge freddo, indurito, diventava molto denso e poteva essere tagliato a fette, arrostito o ritrasformato in minestra ed essere consumato su più giorni.

Considerata la sua fama di alimento essenziale, il porridge è legato a diversi usi e superstizioni, una su tutte riguarda il modo di mescolare. Esiste infatti un mestolo adatto, chiamato “spurtle”. Si tratta di un bastone dalla punta arrotondata, la cui superficie permette di mescolare i fiocchi d’avena senza che essi si agglomerino e formino grumi. Dal 1994 nelle Highlands scozzesi ha luogo il campionato annuale «World Porridge Making Championship», in cui cuochi provenienti da tutto il mondo si sfidano per conquistare il trofeo della vittoria, lo spurtle d’oro. Inoltre il fatto di mescolarlo in senso orario utilizzando soltanto la mano destra porterebbe fortuna, mentre mescolare al contrario e con la mano sinistra porterebbe sventura.

La varietà dei porridge VERIVAL

Comunque sia, al giorno d’oggi sempre più persone desiderano mangiare una porzione di porridge, non importa se mescolato in senso orario o antiorario. Molto apprezzati sono i porridge VERIVAL, in particolare il Porridge con Fragole e Semi di Chia VERIVAL e il Bircher Porridge VERIVAL. VERIVAL propone nel complesso 10 tipi di porridge, facili da preparare: basta solo acqua o latte bollente, mescolare e lasciare a riposo per 3 minuti.  Inoltre, diversi porridge VERIVAL sono senza glutine o vegani.