Colazione biologica tirolese - Fare una colazione sana non è mai stato così facile

Salute intestinale – Migliorare la flora intestinale intorno al tema

aprile 28, 2021
  • Sport
Salute intestinale – Migliorare la flora intestinale intorno al tema

Il nostro sistema gastrointestinale è probabilmente uno dei sistemi più complessi del nostro corpo. Se vuoi aumentare il tuo benessere, vale anche quanto segue: Promuovere la salute intestinale. 

Perché i numerosi compiti dell’intestino umano lo collegano strettamente con l’intero organismo. Dall’equilibrio ormonale al sistema immunitario, passando naturalmente per l’apporto di nutrienti e liquidi al corpo, l’intestino gioca ovunque. 

La flora intestinale, vale a dire la composizione microbica dell’intestino, che svolge un ruolo essenziale nella salute di questo organo, è anche menzionato più e più volte.

L’intestino contiene un numero incredibile di queste minuscole creature, i microbi. Diamo un’occhiata più da vicino all’intestino: 

Quanto dura l’intestino? In quali sezioni si suddivide e quali funzioni svolgono? Come fai a capire se l’intestino sta bene? E come posso sostenerlo nei suoi compiti importanti? 

Che cos’ è un intestino sano e quali effetti positivi hanno i fiocchi d’avena sull’intestino? Risponderemo a tutte queste e ad altre domande nel seguente articolo.

La cosa più importante dell’intestino

  • Portadischi: con sei-otto metri, l’intestino è l’organo umano più lungo, la sua superficie è grande come un campo da tennis (circa 400 m²) ed è la nostra più grande superficie di contatto con il mondo esterno.
  • Oltre 100 trilioni di batteri vivono nell’intestino; la flora intestinale di ogni persona è individuale come un’impronta digitale
  • L’intestino utilizza il cibo per fornire al corpo nutrienti e acqua
  • L’intestino ha più cellule nervose del nostro midollo spinale ed è direttamente collegato al cervello
  • Il nostro intestino è uno dei principali attori del sistema immunitario
La cosa più importante dell'intestino

Salute e benessere intestinale sono strettamente correlati

Più e più volte si può sentire parlare della grande influenza del tratto gastrointestinale e della sua salute sul resto del corpo. 

Non c’è da stupirsi: i nutrienti vitali che mantengono in funzione il nostro corpo assorbono ampiamente il nostro intestino. Se è sano, l’intero organismo è meglio curato. 

Anche l’intestino gioca un ruolo decisivo nel metabolismo, per il nostro sistema immunitario e, naturalmente, per il nostro equilibrio dei liquidi

L’80 per cento delle cellule immunitarie del corpo sono nell’intestino. Qui si forma il 90% della nostra serotonina, il nostro ormone fortunato. 

Quindi vedi, l’intestino gioca un ruolo più importante nel nostro benessere di quanto tu possa aver creduto finora. Ecco perché è così importante promuovere la nostra salute intestinale. Una parte importante di questa salute intestinale è caratterizzata dalla flora intestinale.

Che cos’ è la flora intestinale?

L’intestino è pieno di vita. Più di 100 trilioni di batteri lo colonizzano – un sacco. La composizione di questa colonia batterica è molto individuale per ogni persona e dipende anche pesantemente dalla dieta. 

È importante che i batteri buoni – come bifidobatteri e lattobacilli – siano sempre in rapporto favorevole ai batteri cattivi, come i clostridi.

Se questa relazione non è corretta, le malattie sono il risultato. Diverse malattie intestinali possono a loro volta promuovere anche altre malattie. Le malattie infiammatorie intestinali possono quindi svolgere un ruolo nello sviluppo dell’obesità

Al fine di mantenere l’intestino e il corpo sani, si applica quanto segue: Promuovere la salute intestinale, principalmente attraverso una dieta varia e vegetale, sana con un sacco di frutta e verdura. 

L’avena aiuta a costruire e rafforzare la flora intestinale. Questo perché l’avena non solo è ricca di molti nutrienti importanti, ma è anche ricca di fibre. Puoi incorporare in modo ottimale l’avena sotto forma di farina d’avena nella tua colazione sana.

Come faccio a sapere se il mio intestino è sano?

L’intestino svolge un ruolo importante nella salute di tutto il corpo. Se il tuo intestino è sano, è probabile che ti sentirai bene. 

Se, d’altra parte, qualcosa non va con il vostro intestino, di solito si può notare questo rapidamente. Segni di questo includono gonfiore, stitichezza o diarrea. 

Sebbene questi sintomi non significhino il peggio, dovresti comunque prestare molta attenzione ai segni del tuo corpo e consultare un medico al più tardi quando si verificano frequentemente. In molti casi, adattare la dieta è la chiave per migliorare il proprio benessere.

Cosa dicono i movimenti intestinali sulla tua salute intestinale 

In relazione alla salute intestinale, questo non è necessariamente l’argomento più popolare. Tuttavia, il movimento intestinale può dire molto sullo stato dell’intestino. 

Forma e consistenza possono dirci, ad esempio, se siamo adeguatamente forniti di fibra o liquido. Entrambi sono particolarmente importanti se si desidera promuovere la salute intestinale. Ma il colore dei movimenti intestinali può anche fornire indizi importanti.

  • I movimenti dell’intestino verde possono semplicemente significare che sono stati consumati cibi verdi, come gli spinaci. Tuttavia, se è associato a diarrea, può anche indicare infezione da Salmonella.
  • I movimenti dell’intestino giallo possono indicare intolleranza al glutine. Tuttavia, ci possono essere anche problemi con la digestione dei fattori scatenanti del grasso.
  • Fare attenzione ai movimenti dell’intestino nero. Questo colore può derivare dalla digestione del sangue e può indicare sanguinamento nella parte superiore del tratto digerente.

Qual è il microbioma?

Il microbioma descrive la composizione individuale di oltre 100 trilioni di microbi che colonizzano il nostro intestino. Questo microbioma è unico per ogni essere umano.

Comincia a formarsi nel corso della nascita. L’intestino di un nascituro è ancora completamente privo di germi. Se entra in contatto con i microbi per la prima volta alla nascita, inizia immediatamente anche la colonizzazione dell’intestino.

Nella maggior parte dei casi, i primi batteri con cui il bambino entra in contatto sono i batteri vaginali e intestinali della persona che partorisce. Il taglio cesareo di solito coinvolge i batteri della pelle.

Il microbioma del nostro intestino lo mantiene sano – almeno quando è auto-equilibrato. Questo equilibrio può essere influenzato positivamente da fattori come uno stile di vita sano con una dieta consapevole e a base vegetale.

Salute intestinale nei bambini

Salute intestinale nei bambini

Un intestino sano è importante anche per i bambini. Come descritto, il microbioma dell’intestino si forma per la prima volta con la nascita. Questo contatto iniziale con i batteri può già influenzare il futuro della salute. 

Così, i bambini nati dal taglio cesareo sembrano soffrire più spesso di obesità, asma, neurodermatite o malattie autoimmuni.

Anche se il microbioma dell’intestino si forma così presto, la salute intestinale dovrebbe sempre essere tenuta a mente, soprattutto nei bambini più piccoli. Perché il loro organismo e quindi anche la flora intestinale sono in sviluppo e possono ancora reagire sensibilmente ai cambiamenti, ad esempio in termini di nutrizione. 

A seconda della situazione, può essere utile sostenere la flora intestinale dei bambini con probiotici. Ciò può applicarsi, ad esempio, dopo la somministrazione di antibiotici. Tali misure devono sempre essere adottate con il parere di un medico. 

La base di una flora intestinale sana, tuttavia, è anche la dieta vegetale sana ed equilibrata nei bambini. Così, una colazione calda a base di porridge può non solo fornire preziosi nutrienti, ma anche contribuire a una dieta ricca di fibre per stimolare il metabolismo.

Rafforza la flora intestinale e il sistema immunitario?

Allattamento al seno bambini in realtà rafforza il loro sistema immunitario e anche il microbioma dell’intestino. Perché permette la colonizzazione di batteri diversi e buoni nell’intestino. 

E più varia è la flora intestinale, meglio è per le difese.

Quali compiti e funzioni ha l’intestino?

Il nostro intestino svolge molti compiti diversi. Qui si forma gran parte dell’ormone della fortuna serotonina. Inoltre, c’è, per così dire, la sede del nostro sistema immunitario. Né la parola alata “sensazione intestinale” viene per caso. 

Con circa 100 milioni di campioni, i nostri intestini hanno più cellule nervose del midollo spinale e sono anche direttamente collegati al cervello. 

Il compito, che probabilmente la maggior parte delle persone associa all’intestino, è quello di assorbire nutrienti e liquidi dal nostro cibo. Diverse sezioni dell’intestino svolgono anche compiti diversi. Diamo un’occhiata più da vicino.

Intestino tenue – Anatomia e funzione

L’intestino tenue con i suoi circa cinque metri rappresenta la sezione intestinale più lunga. È ferito nell’addome ed è anche chiamato piega intestinale.

Il suo compito: assorbire i nutrienti dagli alimenti. Affinché questo processo abbia luogo in modo ottimale, l’intestino tenue ha molte rughe e villi. 

Aumentano la superficie che può assorbire nutrienti, vitamine, minerali e acqua e trasportarli nel sangue. L’intestino tenue è inoltre suddiviso nelle seguenti sezioni:

Duodeno

Il duodeno si collega allo stomaco. È la prima sezione dell’intestino tenue e ha una lunghezza di circa 25-30 centimetri – circa dodici dita di lunghezza. 

Qui, la digestione che è iniziata nella bocca e nello stomaco continua. A questo scopo, il duodeno produce numerosi enzimi.

Canino (digiuno)

Il duodeno è seguito dal retto. Anche qui i nutrienti continuano ad essere assorbiti: proteine, carboidrati, grassi, vitamine e sale, ma anche acqua. 

A proposito: i famosi ringhi allo stomaco in realtà non provengono dallo stomaco, ma derivano dai rumori dell’aria in questa sezione intestinale.

Intestino (ileo)

L’ultima sezione dell’intestino tenue. Qui vengono assorbiti acqua e acidi biliari. La maggior parte degli altri componenti nutrizionali che possono essere utilizzati dal corpo sono già stati assorbiti fino a questo punto, quindi ci sono meno rughe e villi qui. 

La specialità dell’intestino è la difesa contro i germi che potrebbero essere stati nel cibo.

Intestino crasso – Anatomia e funzione

L’intestino crasso è lungo circa un metro e mezzo, cioè 1,5 metri e circonda virtualmente l’intestino tenue. Come suggerisce il nome, l’intestino crasso ha una sezione trasversale più grande rispetto all’intestino tenue. 

Il suo compito principale è quello di addensare la polpa alimentare. Le violette non sono nell’intestino crasso, tutte le sostanze digeribili sono già state assorbite.

Appendice vermiforme

L’appendice è un termine più comunemente usato in connessione con la famigerata appendicite. Infatti, in tal caso, non l’appendice stessa, ma il suo processo di verme è infiammato

Per inciso, l’appendice stessa non sembra essere un organo inutile come spesso si crede. Contiene molti batteri intestinali utili, che apparentemente possono funzionare come un serbatoio batterico.

Colon

L’intestino crasso rappresenta la maggior parte dell’intestino crasso. Qui, lo slurry alimentare viene addensato e allo stesso tempo mantenuto scorrevole dalla produzione di muco.

Intestino crasso o tenue (retto con ano)

In definitiva, tutti i componenti indigeribili del cibo si accumulano nel retto. Numerosi nervi del canale anale segnalano quando l’intestino deve essere svuotato. 

Grazie allo sfintere, questo accade intenzionalmente. E con quale frequenza i movimenti intestinali sono normali? Questo è molto individuale. Sia tre volte al giorno o ogni due giorni – solo con forti e persistenti cambiamenti nel ritmo individuale dovrebbe diventare udibile.

Una corretta alimentazione per una flora intestinale forte

Consigli per un intestino sano sono sempre i benvenuti. Una flora intestinale forte è caratterizzata da un microbioma diverso dell’intestino. 

Gli studi 1 hanno dimostrato che questo microbioma è più probabile che raggiunga questo stato di diversità se la dieta sana è a base vegetale ed equilibrata – cioè senza troppi grassi, sale, zucchero o prodotti altamente trasformati. 

Un apporto sufficiente di fibre è anche particolarmente importante per un intestino sano. Molte persone spesso non soddisfano le loro esigenze qui, come, ad esempio, cereali integrali o legumi sono spesso dato troppo poco spazio nel menu. 

Una corretta alimentazione per una flora intestinale forte

Cosa fa bene all’intestino? Salute intestinale

Con varie misure, è possibile promuovere specificamente la vostra salute intestinale. 

È sempre importante ascoltare i segnali del corpo e non ignorare sintomi come diarrea, gonfiore e stitichezza come normali, soprattutto se si verificano più frequentemente.

Un punto importante in termini di salute intestinale è sicuramente la dieta. Qui, tuttavia, possiamo anche influenzare noi stessi nel modo più efficace.

Probiotici e probiotici Preparazioni per rafforzare la salute intestinale?

Pro- e prebiotici e i preparati corrispondenti dovrebbero promuovere la salute intestinale e costruire la flora intestinale.

Questo si ottiene aiutando a stabilizzare i batteri benefici nell’intestino. Questi includono lattobacilli e bifidobatteri. I probiotici possono essere utilizzati, ad esempio, per alleviare la diarrea.

Quando si prendono i preparativi, ha senso prendere consigli medici. Perché, per quanto individuale sia la flora intestinale di ogni persona, l’effetto dei probiotici è diverso in ogni persona e può essere piuttosto dannoso per la salute intestinale nel peggiore dei casi.

Prebiotici

I prebiotici sono fibre indigeribili. Non sono degradati dagli enzimi digestivi che i nostri intestini producono da soli. Invece, nutrono i batteri benefici dell’intestino. 

Questi, a loro volta, possono promuovere la salute intestinale. I prebiotici sono, ad esempio, inulina e oligofruttosio. Alimenti come asparagi, cipolle o legumi contengono naturalmente prebiotici. 

polifenoli

Se mangiate secondo la regola empirica “Mangiate l’arcobaleno“, non dovete preoccuparvi del vostro adeguato apporto di polifenoli.

Queste sostanze vegetali secondarie si trovano in verdure e frutta colorate. Nell’intestino crasso, queste sostanze sviluppano quindi il loro effetto antiossidante e antinfiammatorio.

Cosa mette in pericolo la salute intestinale?

Vari fattori possono disturbare la nostra flora intestinale e influenzare la salute del nostro intestino.

Questi includono, ad esempio, una dieta scorretta, lo stress o alcuni farmaci come gli antibiotici. Approfondiamo qui di seguito alcuni punti.

Dieta malsana – Quali alimenti sono dannosi per l’intestino?

Alcuni alimenti danneggiano la nostra salute intestinale, ma possono essere facilmente evitati. Questi includono alimenti altamente trasformati, ma il consumo eccessivo di zucchero, sale e grassi può anche gravare sull’intestino.

In generale, il consumo di prodotti di origine animale tende ad essere più dannoso per la salute intestinale. Il microbioma dell’intestino delle persone che si nutrono su base vegetale è molto più diversificato e la salute intestinale è di conseguenza spesso migliore. 

Pertanto, questo tipo di dieta, su cui, ad esempio, si basa lo stile di vita vegetariano o vegano, è il più consigliato.

Perché lo stress è un cattivo compagno per la salute intestinale

Avete già imparato in questo post quanto l’intestino è strettamente collegato al nostro cervello e quante cellule nervose ha.

Ecco perché lo stress – un fattore che molto probabilmente assoceremmo alla salute mentale – ha molto a che fare con la nostra salute intestinale. 

Lo stress può portare a diarrea, flatulenza o stitichezza, nonché disagio generale. Le tecniche di rilassamento come la meditazione o lo yoga, ma anche un sonno sufficiente, aiutano l’intestino a rigenerarsi.

Quali malattie possono originare dall’intestino?

Per quanto i nostri intestini siano importanti per tutto il corpo, possono anche causare varie malattie. Ecco una piccola panoramica delle più importanti:

Malattia infiammatoria cronica intestinaleColite ulcerosa da malattia di Chrohn 
Intolleranze alimentari– Intolleranza al glutine (ed eventualmente alla celiachia)
– Intolleranza al fruttosio
– Intolleranza all’istamina
Altre condizioni– Sindrome dell’intestino irritabile (
RDS) – Appendicite (appendicite colloquiale)
– Tumore intestinale Poliposi Coli
– Polipi colon-retto intestinale
– Carcinoma (cancro del colon)
– Virus gastrointestinale (anche influenza gastrointestinale)

In conclusione

Il nostro intestino è un organo affascinante che partecipa a molte importanti funzioni del nostro organismo e ti fornisce le sostanze di cui il tuo corpo ha bisogno per la vita.

Egli accompagna il nostro corpo in molti compiti fisici e mentali. Sostenerlo non deve essere così difficile.

In questo post, si potrebbe imparare che la nostra dieta dà un contributo molto significativo per la salute intestinale. Le fibre, in particolare, svolgono un ruolo centrale al riguardo. 

Tuttavia, poiché prodotti come i noodles bianchi, il pane bianco o i prodotti trasformati stanno prendendo sempre più il posto dei prodotti integrali, invece di legumi, carne e altri prodotti di origine animale vengono spesso consumati, molti ora mancano di queste fibre.

Può essere abbastanza semplice e delizioso mangiare queste fibre in quantità sufficienti.

A colazione con avena e farina d’avena, sotto forma di porridge caldo e fruttato o di cereali croccanti, si possono gettare le basi per un approvvigionamento ottimale. 

Le nostre idee per la colazione Verival assicurano un buon inizio di giornata, fornendo nutrienti e, naturalmente, un sacco di fibre. Quindi non solo fai del bene a te stesso, ma anche al tuo intestino.

  1. 1.
    Scienza aggiornata. La dieta vegana migliora la flora intestinale e abbassa il peso corporeo. Scienza aggiornata. Pubblicato il 17 settembre 2019. Ultimo accesso: 28 aprile 2021.https://www.wissenschaft-aktuell.de/artikel/Vegane_Kost_verbessert_Darmflora_und_senkt_Koerpergewicht1771015590746.html