Il porridge, detto anche pappa d’avena si prepara velocemente ed è davvero delizioso, e grazie alla sua composizione ottimale di nutrienti come proteine, varie vitamine e carboidrati complessi, il porridge è semplicemente la scelta migliore per una colazione di tendenza.

Il porridge è scozzese?

Ma, è vero che la colazione del momento deve le sue origini alle Highlands scozzesi? La via dell’avena all’estremo nord è nata come effetto collaterale dell’Impero Romano. I bagagli dei legionari infatti contenevano gustosi chicchi d’avena.

Questa pianta, appartenente alle famiglia delle erbe dolci, prosperò splendidamente sul suolo scozzese e fu presto coltivata con successo dagli agricoltori locali.

L’avena, ricca di nutrienti, si spostò in men che non si dica dai campi alle modeste cucine dei contadini scozzesi. Per prepararlo sono necessari solamente tre ingredienti; è questa sua semplicità che lo ha reso così popolare.

In situazioni di estrema povetà, quando non ci si poteva permettere altro, il porridge iniziò a sostituire tutti i pasti della giornata. Inoltre, questa sostanziosa semplice ricetta può essere preparata da chiunque in pochi minuti.

Come si prepara il porridge? Semplice!

1. Pappa d'avena classica

Tradizionalmente, in Scozia vengono utilizzati la farina d’avena granulare, dell’acqua e un pizzico di sale (quest’ultimo per dare sapore alle farine d’avena). Come per preparare l’Overnight Oat, i chicchi vengono lasciati riposare in un vasetto con coperchio la sera prima. Al mattino, i fiocchi d’avena si saranno gonfiati e il composto è pronto da gustare.

Il porridge può essere cotto in pentola o riscaldato nel microonde in pochi minuti. Il porridge è un pasto caldo che avrà successo sulla tua tavola.

È ancora più facile con un buon e sano porridge. Il composto viene semplicemente unito ad una bevanda calda e dopo qualche minuto in cui i fiocchi si gonfieranno, la tua Power Breakfast è pronta. Se il tuo porridge diventa troppo compatto, ti basterà allungare il composto con un po’ di latte freddo o acqua e rimescolare il tutto.

A proposito: per tradizione in Scozia il porridge viene mescolato con un cucchiaio di legno di ciliegio. Questo cucchiaio viene chiamato “Spurtle”.

Grazie al porridge, a colazione porterai varietà sulla tua tavola.

La frutta fresca, soprattutto se di stagione, esalta e migliora ancor più il sapore del classico porridge. Questi deliziosi alimenti arricchiscono il porridge con nutrienti ancora più sani.

L’avena contiene vitamine del gruppo B e la vitamina K, oltre a magnesio e ferro che sono fondamentali per il nostro organismo. Se si aggiunge il succo di agrumi, il porridge conterrà in più la vitamina C.

La frutta fresca è sicuramente un’ottima opzione per migliorare il tuo piatto. Se preferisci una colazione più sostanziosa am comunque salutare, puoi arricchirla addirittura con le verdure. Carote, carciofi, barbabietole, sedano e funghi sono una buona alternativa alla frutta fresca. Infatti, il porridge può essere preparato sia salato che dolce.

Variare i topping fa la differenza (e lo fa in modo molto cool!). Mandorle, semi di chia, semi di sesamo, noci o erbe fini come coriandolo, erba cipollina e prezzemolo, pomodori e gambo di sedano sono ottimi per arricchire il tuo piatto.

Porridge all'avena Verival

Il latte non è la tua unica opzione

Il porridge viene preparato, di solito, unendo ai cereali acqua o latte. Oltre all’acqua e ad altri liquidi di origine animale, ci sono numerose alternative al classico latte vaccino, che puoi preparare anche comodamente a casa.

Latte d’avena, latte di mandorle, latte di cocco e latte possono sostituire il latte nella preparazione di un porridge super cremoso. Inoltre, arricchiscono la tua colazione con aromi e nutrienti aggiuntivi.

Le spezie fanno la differenza

Cannella, curcuma, zenzero, scorze di limone o arancia. Frutta secca tritata finemente e frutti rossi disidratati sono guarnizioni gustose e sane, ideali per un porridge classico.

Se ti piace unire dolcezza e piccantezza, più mixare zenzero e miele. Frutta secca dolce, succo di agrumi e cannella ai quali si aggiunge una piccola dose di zucchero o di una sua alternativa per dolcificare.

C’è da dire, che questo dolce composto si sposa bene con un tocchetto extra di burro. La variante salata invece, si può arricchire con olio di oliva o di noci tritate. Se non sei convinto per via delle calorie in più, prova delle aggiunte cremose.

Quali sono i cereali alternativi all’avena più usati?

Raccolta di cereali

Gli scozzesi più attenti alla tradizione, usano l’avena macinata come grano di base, l’unica riconosciuta come originale tra le 30 varietà. Mangiano il porridge liscio, “nature” – sfruttando la notte per far gonfiare i fiocchi.

Tuttavia, ci sono altri cereali che sono molto adatti come alternativa all’avena. L’avena può essere sostituita, ad esempio, da farro, riso, orzo e grano saraceno. La tendenza del momento sono i porridge vegani, privi di lattosio e glutine, e il cui gusto non è influenzato dagli zuccheri aggiunti.

Perché il porridge merita così tanta attenzione?

Questo piatto offre la soluzione definitiva per chi vuole mangiare sano ma vuole variare la gamma di gusti. I nutrienti forniscono al corpo molta energia fin dall’inizio della giornata e permettono di sentirsi in forze a lungo.

Una dieta a base di porridge può aiutare anche chi è determinato a perdere peso. In questo caso, sarebbe ottimale consumare tre pasti da 80 grammi di fiocchi d’avena al giorno. Per soddisfare i tuoi gusti personali, puoi inoltre aggiungere frutti di bosco vari, frutta fresca, verdura o frutta secca ad esempio. In totale, il valore nutrizionale massimo sarà massimo di 1.300 kcal.